Studio di Psichiatria e Psicoterapia

Elaborazione di particolari momenti di crisi nel ciclo di vita della famiglia

 

La famiglia è il primo luogo che ci accoglie.

Essa è il luogo privilegiato delle nostre prime esperienze di vita dal quale possiamo trarre le basi per esplorare autonomamente il mondo.

Nel suo divenire il nucleo familiare può andare incontro a particolari momenti di crisi, che possono divenire altrettanti volani per il cambiamento.

 

ELABORAZIONE DEI PARTICOLARI MOMENTI DI CRISI NEL CICLO DI VITA DELLA FAMIGLIA:

- LA DIFFICOLTÀ NEL COINVOLGIMENTO AFFETTIVO

- LA DIPENDENZA AFFETTIVA

- LA SESSUALITÀ

- LE PROBLEMATICHE NELLA CONVIVENZA

- IL DIVENTARE GENITORI

- L’ADOLESCENZA DEI FIGLI

- LA SINDROME DEL “NIDO VUOTO”

- LE PROBLEMATICHE CONNESSE ALL’INFERTILITÀ

- L’INFEDELTÀ E IL TRADIMENTO

- LA SEPARAZIONE

- L’ALIENAZIONE PARENTALE (PAS)

- L’INVALIDITÀ, LA MALATTIA

- IL LUTTO

 

DIVENTARE GENITORI: CONSULENZA E SUPPORTO ALLA GENITORIALITA'

I problemi che i genitori possono incontrare con i figli sono numerosi.

Possono essere innescati  dalla mancanza di coerenza fra i genitori, dalla discontinuità nella scansione dei tempi e degli spazi di vita del bambino, dall’assenza di regole, di ascolto, dalla velocità dei tempi e dei ritmi, dalla mancanza di riti.

Questi livelli di disordine influenzano la crescita dei ragazzi, inducendo talvolta irrequietezza, tendenza all’iperattività o sensazioni di disagio (R.A. Fabio, 2003).

La difficoltà dei genitori di districarsi in questo labirinto, che viene definita competenza genitoriale, è testimoniata anche dalle numerose iniziative che sono nate e che stanno nascendo per aiutarli. Ma crediamo che tutte queste iniziative, come programmi tv o manuali in cui persone esperte danno consigli e la nuova moda delle “tate” tuttofare, in realtà non sviluppino in pieno il potenziale dei genitori.

Certo, i consigli e delle indicazioni di rotta fanno sempre comodo, ma quello che invece potrebbe essere ancora più utile è fare in modo che ogni genitore sia aiutato a trovare il suo modo di essere un buon genitore. Noi crediamo che ogni genitore abbia in sé risorse e potenzialità che gli permettono di trovare il miglior modo di educare i figli, senza utilizzare soluzioni precostituite, a volte così distanti dal proprio modo di essere.

A CHI POTREBBE ESSERE UTILE IL SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA'?

Può essere utile per tutti quei genitori che si trovano in difficoltà con i propri figli e sentono il bisogno di essere aiutati a trovare un modo diverso per entrare in relazione con loro:

  • genitori con figli piccoli che si sentono sopraffatti dallo stress e dalle ansie dei primi anni di vita dei figli o i cui figli,anche in età scolare, mostrano disagi e/o richieste a cui faticano a far fronte;
  • genitori con figli adolescenti che si sentono impotenti di fronte alle crescenti richieste di autonomia dei figli e alla progressiva esclusione che questi mettono in atto nei loro confronti, o che si sentono incapaci di gestire adeguatamente i conflitti, spesso dai toni forti, tipici di questa particolare fascia di età;
  • genitori con figli giovani adulti che si preparano a lasciare la casa genitoriale e che si sentono in difficoltà ad affrontare il vuoto che i figli lasceranno;
  • coppie che sentono di investire troppo nel loro essere genitori trascurando troppo altri aspetti di sé e del loro essere coppia.

E’ auspicabile che,quando possibile, al percorso partecipino entrambi i genitori.

Il supporto alla genitorialità può essere effettuato singolarmente o in gruppo. 

Referenti: dott. Nicola Gasparini, Isabella Mantovani,  Fausta Fabbris

 

LA SEPARAZIONE: quando i genitori si separano

Al centro dell'attenzione si colloca il dolore che la perdita del "Noi" comporta soprattutto per i figli:

  • trovare le parole per dirlo, come comunicare la separazione dei genitori ai figli 
  • come affrontare i sentimenti dei figli e codificare il linguaggio del corpo 
  • co-costruzione di una storia e/o favola  familiare che contenga gli elementi della crisi ma infondi sentimenti di fiducia e sicurezza
  • riprogettare i  ruoli genitoriali nella situazione di affido congiunto
  • diventare competenti nel benessere dei propri figli.

All'improvviso un mondo finisce e il bambino non sa che ce ne sono altri..... E' finito un mondo, non il mondo. 

fb  googlePlus linkedinpinteresttwitter